Chiesa di San Francesco d’Assisi di Terni

Visita

La zona centrale della facciata presenta un grosso rosone e un timpano forato anch’esso da un oculo e decorato da archetti pensili di gusto romanico. Il portale centrale è un elemento di spoglio di epoca tardo romanica. Il portale di destra è stato aggiunto nel 1532 e presenta in alto il monogramma di Gesù propagandato dal francescano Bernardino da Siena (1380-1444), il quale visitò più volte la città. Quello di sinistra è stato aggiunto presumibilmente in epoche successive e presenta lo stesso disegno del precedente, ma con lo stemma francescano delle braccia intrecciate. Entrando da questo portale, sulla destra del muro d’ingresso è la rara immagine del Beato Simone dei Camporeali dei primi decenni del sec. XV. Il Beato faceva parte del primo nucleo di francescani lasciati a Terni da Francesco, vissuto in completa adesione alla regola del fondatore che, nell’affresco, tiene tra le braccia. Entrando in chiesa, ancora sulla destra, è l’affresco che raffigura Cristo e la Chiesa del sec.XV. Percorrendo la navata centrale sul primo pilastro a sinistra compare un frammento di affreschi votivi che confermano l’esistenza di una ricca decorazione. Procedendo verso l’altare sulla sinistra è il pulpito dal quale predicarono molti esponenti dell’Ordine dei Minori tra i quali S.Giacomo della Marca (+1474), anch’egli più volte a Terni. La sua presenza portò frutti di riforma morale e la sua oratoria denunciava i vizi che aveva osservato in città con una minaccia apocalittica che lasciava impressionati. Uno dei tanti uditori era anche Monaldo Paradisi il quale voleva decorare la cappella destra del transetto con affreschi che altro non potevano essere se non la traduzione pittorica di uno dei tanti sermoni del santo. Si chiama quindi Bartolomeo di Tommaso, anch’esso rimasto attratto dall’oratoria del frate a Foligno, e gli viene dato l’incarico di dipingere un Giudizio universale. La …

Continue Reading

Madrid

Come arrivare

-In aereo: connessioni giornaliere dall’aeroporto di Barajas con il resto del mondo. Tra Madrid e Barcellona funziona un servizio di ponte aereo, con partenze tra le 7 del mattino e le 11 di sera. L’aeroporto di Barajas si trova a 13 Km. dalla città. Servizio di autobus che arriva in centro.-In treno: Renfe, consorzio che gestisce le comunicazioni ferroviarie, per informazioni e prenotazioni biglietti: tel. (91)3289020.

Dove alloggiare

Informazioni sugli hotel e prenotazioni: tel. 902202202. Centrale prenotazioni nei “Paradores”hotel statali), Calle Requena, 3 Madrid. Tel. (91)5166666, Fax. 5166657.

Come muoversi in città

Il mezzo più rapido è la metropolitana. La rete possiede 10 linee. L’orario è dalle 6 all’1.30. I biglietti da 10 viaggi si acquistano nelle stazioni stesse.Il servizio autobus copre tutta la città e la periferia. L’orario è dalle 6 alle 24.

Treni locali e a percorso corto, alcune stazioni sono collegate con la metropolitane.

Musei

-Museo del Prado. Paseo del Prado. Metro: Banco de Espana e Atocha. Orario: dalle 9.00 alle 19.00; domenica dalle 9.00 alle 14.00; chiuso il lunedì. Tel. (91)3302800.-Museo Thyssen-Bornemisza. Palazzo Villahermosa. Paseo del Prado, 8. Metro: Banco de Espana. Orario: dalle 10.00 alle 19.00; Chiuso il lunedì. Tel. (91)4203944.

-Palazzo Reale. Calle Bailen. Metro: Opera. Orario: da Aprile a Settembre dalle 9.00 alle 18.00; domenica e festivi dalle 9.00 alle 15.00.

-Panteon di Goya. Paseo de San antonio de la florida, 5. Metro: Norte. Orario: dalle 10.00 alle 14.00 e dalle 16.00 alle 20.00; sabato e domenica dalle 10.00 alle14.00; chiuso il lunedì e i festivi. Tel. (91)5420722.

La notte

i ristoranti non aprono prima delle otto o nove di sera. I giornali più importanti pubblicano il venerdì un supplemento di informazioni dettagliate su bar, ristoranti e locali notturni.-Plaza Santa Barbara, zona di locali alla moda, bar gelaterie.

-Quartieri di Arguelles …

Continue Reading

Hotel Versilia Vista Mare Con Piscina E Servizio Spiaggia

70,00

Cucina della Versilia: La sua cucina familiare e la cura del servizio lo rendono la meta ideale per un soggiorno rilassante.

Zuppa di farro Ingredienti per 6 persone: 800 g. fagioli borlotti 500 g. di farro 1 carota 1 cipolla 1 costa di sedano olio, aglio, rosmarino sale e pepe Come si prepara: Mettere in bagno i fagioli la sera prima. La mattina cuocerli in acqua salata con una patata e due spicchi d’aglio. Mettere in bagno anche il farro. Quando i fagioli sono cotti passarli al passa verdure. Intanto avremo fatto un soffritto di cipolla, sedano, carote, aglio e rosmarino fresco a cui si aggiungerà il passato di fagioli. Unire dell’acqua per diluire il composto e portare ad ebollizione. Aggiungere a questo punto il farro. La minestra sarà pronta quando il farro risulta cotto e potrà essere servita con un filo di olio d’oliva e una spruzzata di pepe.

Baccalà con la Bietola Ingredienti per 4 persone: 700 g. di Baccalà ammollato 700 g. di foglie di bietola tagliate a striscie 1/2 bicciere di olio di oliva cipolla, carota, aglio prezzemolo, basilico, sedano Come si prepara: In una casseruola a bordi alti soffriggere gli odori tritati con l’olio, per pochi minuti, aggiungere la bietola lavata, quando sarà appassita e legata con con il resto, deporvi il baccalà tagliato a pezzi. Cuocere per una ventina di minuti rimestando i pezzi per cuocerli ed insaporirli. Togliere dal fuoco quando l’acqua della bietola si sara consumata.

Visitare la Versilia

Le Alpi Apuane tra l’Appennino e il mare, creano un arco naturale che protegge le colline e le piane sottostanti.

Tra filoni di marmo interminabili, terme e sorgenti di acqua oligominerale, torrenti, boschi e numerosissime grotte, tra le quali l’antro del Corchia, la più vasta e più profonda d’Europa con 1210 m. …

Continue Reading

Guida alla Locazione ed al Condominio

Seat Nuova IBIZA

la SEAT S.A. ha reso note le prime fotografie ufficiali della 5° generazione del modello più popolare della Casa spagnola.- la nuova Ibiza.

la lbiza – completamente rinnovata – farà il suo debutto mondiale in occasione delle giornate stampa del prossimo Motor Show di Bologna il 5 e 6 dicembre 2001, e si ripresenta con maggiore fascino e con contenuti tecnologici di assoluta novità.

Il design – firmato Walter de’ Silva – la struttura, la scelta dei materiali, lo sviluppo di elementi meccanici e l’applicazione di nuove soluzioni, la massima efficienza e la forte immagine sportiva contraddistinquono questo nuovo modello.

Nella messa a punto della SEAT lbiza, i tecnici e i piloti collaudatori di Martorell hanno percorso più di un milione di chilometri con ogni tipo di condizioni climatiche; nel suo sviluppo sono stati impiegati i sistemi tecnologici più avanzati e nella sua definizione finale sono stati adottati gli equipaggiamenti e gli optional più appetibili. Saldatura laser, elementi idroconformati, servosterzo elettroidraulico, “Agile Chassis” (il nuovo autotelaio svilippato presso il centro tecnnico di Martorell), motori Diesel con pompa-iniettore, turbo a geometria variabile, naviga-zione satellitare, climatizzazione automatica, programma elettronico di stabilità e, qualcosa di assolutamente nuovo nella storia SEAT, un motore a benzina a tre cilindri e 64 CV, sono solo alcune delle innovazioni adottate nella definizione di questa nuova famiglia.

Nonostante il suo aspetto compatto la nuova Ibiza è più lunga di 77 mm, più larga di 58 e più alta di 26 mm. Questo si può apprezzare anche nella parte posteriore dell’abitacolo, dove lo spazio per le gambe dei passeggeri è maggiore (56 mm in più). Il vano bagagli è più capiente di 17 litri. La gamma sarà composta da: 2 carrozzerie, 3 e 5 porte; tre allestimenti, Stella, Signo e Sport; 6 rnotorizzazioni, 3 benzina (1.2 …

Continue Reading

Campo estivo – Vacanza Insieme

Non appena verrà decretato il tempo e il luogo sarà comunicato su queste pagine!

Cos’è la Vacanza Insieme? La Parrocchia si impegna per 10 giorni a vivere con i ragazzi un momento importante, la vacanza! Chiaramente non si tratta di una vacanza Familiare, nè di una Colonia, e nemmeno di un soggiorno ad un Club Esclusivo. E’ invece un momento particolare di aggregazione tra i ragazzi, che punta a far vivere loro bene un’esperienza di gruppo.

Cosa ci aspettiamo? Che i ragazzi stiano insieme con lo stile cristiano delle relazioni belle e semplici; che abbiano a cuore di divertirsi insieme e di stare all’aria aperta; che facciano del gioco dando il meglio di se’ e che facciano, infine, un’esperienza Cristiana di preghiera e ascolto di Dio. Non è un campo – scuola e nemmeno un ritiro di esercizi spirituali, ma non vorremmo che perdessero di vista l’orientamento Cristiano della Vita.

Atteggiamenti: Freschezza; non esiste il “sono stanco” o il “non ho voglia”. Chiediamo sinceramente che chi partecipa alla vacanza sappia in anticipo che non sarà una vacanza “molle” o all’insegna della pigrizia!

Vogliamo far crescere i ragazzi nella Fede e nella Vita vissuta,

Vogliamo arricchire loro attraverso uno stare insieme diverso e nuovo

Vogliamo fare un’esperienza forte nella natura alla scoperta del bello

Vogliamo dare una mentalità e delle scelte diverse

COSA SERVE:

Documenti: Fotocopie o originalidi Carta di Identità e Libretto Sanitario, di Allergie e Farmaci (segnalare attenzioni per la salute)

Per il gruppo: Occorre dare molto spazio alla dimensione comunitaria, non esiste il rinchiudersi nel privato

Per il singolo: Solo la volontà ferrea di partecipare darà il gusto a tutto quello che verrà fatto

Per l’organizzazione: L’aria aperta è il filo ocnduttore della vacanza, faremo camminate non troppo impegantive, ma nemmeno da rammolliti, un giorno in piscina

Per …

Continue Reading

Viale Delle Piagge

Gruppo Consiliare VERDI PER PISA

chiusura al traffico del primo tratto del Viale delle Piagge

INTERROGAZIONE URGENTE

La sottoscritta Titina Maccioni, Capogruppo Consiliare dei Verdi per Pisa, dopo le tante critiche pervenute, vuole evidenziare lo stato di abbandono del primo tratto del Viale delle Piagge che è diventato un parcheggio abusivo. Tale tratto fu chiuso dalla giunta Floriani perché i cittadini potessero usufruire di uno spazio verde senza auto, in attesa di riqualificare e rendere parco pubblico tutto il viale; successivamente sono stati rimossi, in quanto danneggiati, i paletti che chiudevano l’accesso sul lato adiacente a Via Rainaldo, creando una situazione di estremo pericolo a causa di auto e ciclomotori che impudentemente percorrevano la strada in senso contrario.

Dato atto che tale ingresso è stato nuovamente chiuso da circa un paio di mesi con la sistemazione di paletti metallici fissi che hanno ripristinato una situazione di sicurezza per pedoni e ciclisti, l’ingresso opposto dalla Piazza Caduti di Cefalonia non è stato interdetto fisicamente perché c’era la necessità saltuaria di permettere l’uscita e l’entrata ad un mezzo speciale dei Vigili del Fuoco e pertanto è stato solo installato un cartello di divieto di transito ad eccezione degli autorizzati.

Questa situazione, senza i dovuti controlli, ha prodotto un uso irrazionale e improprio dell’accesso e l’utilizzo illecito del tratto di viale come parcheggio abusivo.

Visto che tale elasticità era dovuta per permettere il passaggio del mezzo speciale dei V.V.F.;

Dato che oggi, gli stessi sono diventati proprietari del parcheggio antistante il Palazzo dei Congressi e che lo stesso mezzo speciale dei V.V.F. potrebbe trovare ricovero nel parcheggio suindicato;

chiedo

al Sindaco se sia possibile provvedere nell’immediato a rendere fruibile tale tratto del Viale delle Piagge come parco pubblico ai cittadini senza il passaggio di nessun veicolo, predisponendo un impedimento fisico all’incrocio con la …

Continue Reading

Proposta Di Viaggionatura E Gastronomia

SECONDO GIORNO

Palermo-Acireale: Dopo la prima colazione, partenza lungo la costa tirrenica per Acireale. Sosta nei centri di principale interesse: Cefalù, dove si visiterà la meravigliosa Cattedrale arabo-normanna, Santo Stefano, centro artigianale della ceramica e Messina, per un tour d’orientamento della città. Pranzo in ristorante lungo il percorso. Arrivo ad Acireale nel pomeriggio. Sistemazione in hotel, cena e pernottamento.

TERZO GIORNO

Taormina-Linguaglossa-Milo-Acireale: Dopo la prima colazione, si raggiungerà Taormina. Visita del Teatro Greco-Romano, in una spettacolare posizione panoramica e dei palazi storici. Passeggiata lungo le caratteristiche stradine del centro, ricche di variopinte botteghe artigianali. Discesa a Linguaglossa per il pranzo, durante il quale si degusteranno tipici prodotti locali: ricotta, olive, pomodori, pane e vino.

Nel pomeriggio visita di una cantina a Milo, rinomata zona vinicola. La serata trascorrerà all’insegna della gastronomia e del divertimento: canti e musica popolare sicialiana con strumenti caratteristici e una cucina semplice, ma estremamente saporita. Rientro in hotel e pernottamento.

QUARTO GIORNO

Gole dell’Alcantara-Siracusa: Dopo la prima colazione, escursione alla Valle dell’Alcantara per scoprire le famose e suggestive Gole del fiume, create dall’azione erosiva delle acque sulle rocce vulcaniche. Pranzo in un borgo tipicamente siciliano. Proseguimento per Siracusa. All’arrivo sistemazione in hotel nelle camere riservate. Cena e pernottamento

QUINTO GIORNO

Siracusa- Riserva Naturale di Vendicari Siracusa: Dopo la prima colazione, mattinata consacrata alla visita di Siracusa: il Parco Archeologico, che racchiude importanti testimonianze della vita dell’antica colonia greca e l’isola di Ortigia. Nel pomeriggio escursione alla riserva Naturale di Vendicari, vasta e suggestiva area naturale protetta. Rientro in albergo, cena e pernottamento.

SESTO GIORNO

Pantalica-palazzolo Acreide Agrigento: Dopo la colazione, escursione alla Necropoli di Pantalica, lungo il canion delle Valle del fiume Anapo. Proseguimento per Palazzolo Acreide e visita dei resti dell’interessante zona archeologica dell’antica Akrài. Pranzo in un’azienda agricola, dove si degusterà anche la pasta …

Continue Reading

Cerca Vacanze

Luoghi di interesse artistico:

La cultura brasiliana è uno splendido ‘caleidoscopio’ di elementi artistici; tra tutti l’influenza maggiore è sicuramente portoghese. Esempi di architettura, scultura e pittura del XVII secolo, sono le città Ouro Preto e Diamantina in Minas Gerais, Olinda in Pernambuco, Sao Luis in Maranhao e Salvador nella Bahia. Queste città sono state dichiarate patrimonio dell’umanità dall’UNESCO, e rappresentano una ricchezza impareggiabile dell’arte barocca.

Un tour culturale che si rispetti deve passare da Salvador, dove troverete delle bellissime chiese; tra le più famose c’è Sao Francesco, con i suoi stupendi arabeschi bagnati d’oro. Anche i musei in città sono tanti (17 per la precisione), ma due meritano di essere visitati: il Museo Carlos Costa Pinto con l’argenteria e mobili del XVIII, XVII, XIV ed il Museo dell’Arte Sacra.Spiagge:

Il fascino selvaggio della regione nord del Brasile caratterizza anche l’aspetto delle sue splendide spiagge. Dopo aver attraversato l’intricata e avventurosa giungla, il Rio delle Amazzoni si divide in due rami, ed è proprio qui che troviamo Belém, la capitale della stato del Parà. Le caratteristiche spiagge di fiume e di mare aspettano a braccia aperte soprattutto i turisti più avventurosi. E sempre nel selvaggio nord, un salto all’isola di Pantanal, nello stato di Tocantins vi permetterà di ammirare l’isola fluviale più grande del mondo, resa famosa dalle sue bellissime spiagge.

La costa nella regione del nord-est è chiamata Costa d’Oro. Con 3.500 chilometri di fantastiche spiagge, del resto, il litorale non poteva che essere denominato così. Sabbia dorata e acque tiepide sono la ricchezza di Recife, la capitale dello stato di Pernambuco, detta la Venezia Brasiliana. Qui sarete conquistati dalla spiaggia più alla moda della zona, Boa Viagem. Ma le bellezze della regione non finiscono qui. A Fortaleza, capitale dello stato del Cearà, potrete nascondervi in stupende oasi formate …

Continue Reading

Come Arrivare In Sardegna

Genova-Porto Torres venerdì ore 19.30

Civitavecchia- Olbia venerdì ore 24.00, sabato ore 08.30, sabato ore 08.30.

La Moby Lines ha le seguenti tariffe: in bassa e media stagione, che è il tipo di stagionalità che interessa il mese di settembre si hanno rispettivamente il prezzo di Lire 39.000 e Lire 53.000 per il passaggio ponte traversata diurna; di Lire 54.000 e di Lire 69.000 per la traversata notturna. A questo si deve aggiungere il supplemento per cabina – Per la traversata notturna bisogna distinguere fra bassa e media stagione in bassa stagione i prezzi sono:

per la cabina lusso-2 letti: Lire 130.000

per quella -4 letti: Lire 155.000

per la cabina relax-2 letti: Lire 110.000

per quella -4 letti: Lire 130.000

per la cabina comfort nel ponte inferiore-2 letti: Lire 40.000

4 letti Lire 57.000

In media stagione si hanno delle maggiorazioni di circa Lire 40.000 per categoria. Le sistemazioni in cabine per corse diurne, invece, sono vendute sempre alla tariffa di bassa stagione. C’è poi la tariffa Moby Pex, applicabile per tutte le partenze di bassa stagione nei giorni di martedì, mercoledì e giovedì, per il passaggio di andata e ritorno per 2 persone + auto fino a 5 mt di lunghezza, è di lire 280.000, ma è prenotabile fino a 8 giorni prima della partenza.

Orari: Livorno-Olbia tutti i giorni alle 10.00 e alle 22.00.

La Sardinia Ferris: i prezzi sono del mese di settembre di tipo 0, ossia riferiti alla fascia arancione di bassa stagione. Le linee garantite sono Civitavecchia- golfo delgi Aranci/ Livorno- golfo degli Aranci.

Per i passeggeri la tariffa è di Lire 35.000, da 4 a 12 anni si ha il 50% di sconto.

Le sistemazioni in cabina di lusso costano Lire 165.000

Lire 140.000 per la top class

Lire 110.000 per la categoria …

Continue Reading

Monaco

Monaco, il capoluogo della Baviera, sorse nel 1158, quando il duca Enrico il Leone decise di edificare un ponte sul fiume Isar. Oggi conta più di un milione di abitanti ed è una delle città più importanti della Germania: è la sede dei mezzi di informazione, della moda, dell’industria elettronica, la città che, dopo New York, ospita il maggior numero di case editrici.

Tante sono le cose da vedere a Monaco: il punto centrale della città è considerata la Colonna Mariana in Marienplatz, eretta per volere di Massimiliano I° per festeggiare l’uscita incolume della città dalla guerra dei trent’anni. Di particolare attrattiva è il famoso carillon della torre.

La seconda tappa del nostro percorso ideale lungo le strade di Monaco è il Duomo di Nostra Signora, di epoca tardo gotica, che ospita al suo interno la tomba dell’imperatore Ludovico. Continuando il nostro giro ci attende la Chiesa di San Pietro, la “Alter Peter”, la più vecchia del centro; qui hanno abitato i monaci ai quali va fatta risalire il nome della città, “Munichen”. Vicino alla chiesa si trova il famoso mercato ortofrutticolo, un’oasi di verde in cui verrete accolti da un albero della cuccagna, da una “birreria-giardino” e dai profumi della rosa e della lavanda. Meritevole di visita è anche il Museo Civico, che ospita al suo interno i famosi danzatori moreschi di Erasmus Grasser e numerosi documenti della storia cittadina.

La Monaco mondana è rappresentata dalla Maximilianstrasse, una delle vie più signorili d’Europa: è la prima strada verde del Vecchio Continente e accoglie l’unico teatro in stile liberty rimasto conservato in Germania, il “Kammerspiele”, uno tra i più importanti palcoscenici di lingua tedesca. Per restare nel campo della birra, andate a visitare la “Hofbräuhaus”, fatta costruire nel 1589 ed oggi locale fra i più noti, visitata da George Bush, …

Continue Reading

Il Messico e i messicani

Il Messico e i messicani.

Sintesi e traduzione di un articolo, a firma Sergio Sarmiento*, apparso sulla pubblicazione “Traveler’s Guide to Mexico” a cura della Segreteria Messicana per il Turismo (SeTur).

* S.S., oltre ad essere editorialista per i quotidiani REFORMA e EL NORTE, é il vice-presidente dei servizi informativi di TV Azteca (una delle due reti private messicane).

Testo :

“Tempo fa un servizio sul Messico del settimanale “The Economist” recava in copertina un ballerino dai capelli sciolti, in costume rosso acceso, in una posa appassionata. In tutto questo qualcosa non quadrava: il costume e la posa erano spagnoli e non messicani. Non era certo la prima volta che figure e simboli spagnoli venivano erroneamente usati per rappresentare i messicani. Per un’intera generazione Hollywood ha utilizzato scene e costumi spagnoli ogni qualvolta si doveva ricreare un’ambientazione messicana. Alle Olimpiadi di Seul (1988) é stata suonata della musica spagnola per accompagnare la sfilata della delegazione olimpica messicana. Un errore in senso opposto é quello di confondere i messicani con gli indiani del Nord America o con quelli del Sud America, con tanto di piume in testa o con il poncho e la bombetta degli indios della regione andina. Tutte queste immagini fanno impallidire e spesso indisporre i messicani, offesi da ció che percepiscono come una plateale ignoranza nei loro confronti.

Questa reazione é in parte il sintomo di un’intrinseca insicurezza psicologica. Noi messicani siamo ancora alla ricerca di una nostra identitá. Secondo Octavio Paz (premio Nobel messicano della letteratura, nel 1990), il messicano non vuole essere né indiano né spagnolo; non vuole discendere da nessuno dei due, rifiutandoli entrambi. E il rifiuto del passato é la conseguenza di una storia unica e traumatica. I messicani di oggi sono, in gran parte, il risultato di uno dei piú complessi esperimenti nell’incrocio …

Continue Reading

Spagna

a cura di Francesca Giomo

Spagna: una terra a metà strada tra l’Atlantico e il Mediterraneo, una terra che sembra quasi voler fuggire, si volge verso di noi, ma guardandola dall’alto, parrebbe attratta verso mondi più lontani. Terra che non può o non vuole essere ricondotta ad un’unità, punto di incontro e scontro di mille civiltà, trampolino di lancio verso l’infinito in epoche remote, la Spagna convive con la sua storia e la sua contemporaneità, con la sua antica gloria e la sua eclettica condizione attuale. I paesaggi naturali che l’attraversano sembrano essere stati seminati dai conquistatori che nel susseguirsi dei secoli l’hanno percorsa: celti, greci, fenici, musulmani. Dai paesaggi nordici della regione atlantica, con coste frastagliate e ricche praterie, si passa a infinite distese di sabbia rivolte verso il Mediterraneo. Caratteristica morfologica della Spagna è, anche, la presenza di vaste e solitarie lande che si contrappongono alle caotiche zone di urbanizzazione.

La “mimesis”, la trasformazione e la sorpresa sono le leggi che governano questa terra affascinante: intraprendere un viaggio in Spagna, cogliendola nella sua reale essenza, significa partire senza pregiudizi, pronti a scoprire atmosfere fuori dal tempo.

Il nostro viaggio potrebbe avere inizio con l’esplorazione delle tre regioni affacciate sul Mediterraneo: Aragona, Catalogna e Regione Valenciana. Differenti itinerari vi permetteranno di scegliere la sorte della vostra avventura. Per i sognatori sono consigliati percorsi che attraversano le regioni del Sud, la Murcia e l’Andalusia, con i loro paesaggi fiabeschi. Chi, invece, desidera esplorare la Spagna a grandi tappe un itinerario suggestivo potrebbe avere inizio da San Sebastian, per gli appassionati di mare e sport, nella provincia basca al confine con la Francia. Continuando lungo la costa meritano deviazioni Santillana del mar e Cabo Vidio, ma la meta agognata è Santiago De Compostela, antichissima città mistica.

Spostandoci verso il centro sono …

Continue Reading

Singapore

a cura di Roberta Marino

Un’esplosione di suoni e di colori, uno scintillio di luci e di sfumature cangianti, un delicato diffondersi di spezie e di aromi intensi. A Singapore la fantasia diventa realtà e l’atmosfera si confonde con il il sogno in un rapido susseguirsi di emozioni e sensazioni vibranti. Una piccola isola tropicale nel cuore della tradizione asiatica, lucida, impenetrabile, assolutamente unica che in un volo diretto dal passato cattura il presente con spregiudicata originalità. E mentre il mondo degli spiriti magici delinea faticosamente il proprio confine, la furia travolgente del progresso insidia il folclore con la sua ombra inquietante.

Un porto primo al mondo per il traffico di merci, un aeroporto pluridecorato, un centro commerciale e finanziario, una metropoli vivace che conta tre milioni di abitanti: il piccolo villaggio di pescatori ne ha fatta di strada, eppure il vecchio drago non ha ancora spento il suo fuoco denso di cultura e storia.

A rammentarvelo è un calendario fitto di appuntamenti, dove i festival si affiancano alle manifestazioni in una rassegna interminabile. Tra le feste folcloristiche più importanti è ormai un’istituzione il Festival degli spiriti affamati, l’evento che da agosto a settembre affollerà le strade del quartiere di Chinatown in omaggio alle anime trapassate. Sempre “in odor” di gastronomia anche un’altra manifestazione, il Singapore Food Festival, dal 1 al 31 luglio, dove numerosi appuntamenti accompagneranno la tradizione gastromica locale oltre i confini dell’Asia.

Per la comunità cinese degne di rilievo sono anche altre tre celebrazioni che attestano una volta di più il valore intrinseco dello spirito religioso: sono il Festival delle Torte di Luna, nei mesi di settembre e ottobre, che si accompagna splendidamente al Compleanno del Dio Scimmia a settembre e al Festival dei Nove Dei Imperatori ad ottobre, quest’ultimo dominato da un’appasionante sfida al dolore in …

Continue Reading

ITALIANI IN MESSICO

( 1795 – 1853 )

Nacque a Parma dal conte Giovanni e da Giuseppina Nandin. Molto Giovane si arruolò nell’esercito francese. Prese parte alle campagne napoleoniche, quella di Russia nel 1812, e quelle di Germania nel 1813-1814. Fu presente alla battaglia di Waterloo. Successivamente si arruolò nell’esercito di Luigi XVIII con il grado di Tenente nel Reggimento dei Granatieri della Guardia Reale. Lasciò l’Europa verso il 1820 e venne in Messico arruolandosi nell’esercito Trigarante. Combattè a Cordoba, prese parte all’assedio di Veracruz in cui fu ferito, alle operazioni militari di Puebla e della capitale del Viceregno. Il 15 settembre fu nominato capitano ed un mese dopo comandante di uno squadrone di cavalleria. Nel 1823 si unì al movimento del Plan di Casa-Mata contro Iturbide. Durante il governo del “Supremo Poder ejecutivo” gli venne affidato il comando di un corpo scelto “I Granatieri a Cavallo” con il quale aderì alla rivoluzione detta di Lobato (27-28 gennaio 1824) rivoluzione che venne soffocata dalle forze fedeli del Supremo Poder ejecutivo. Fu arrestato e condannato a morte da un consiglio di guerra. Per l’intervento della moglie Eleonora Tolsà, figlia del noto scultore valenziano, Manuel Tolsà, che riusci a persuadere Guerrero ed il corregidor Domínguez, fu esiliato a Nueva Orleans,. Pochi mesi dopo rientrò in Messico per effetto di una amnistia. Nel 1825 fu nominato aiutante del generale Josè Figueroa, comandante generale degli Stati di Occidente, contribuì alla pacificazione dello stato di Sonora.

Nel 1826 ritornò a Città del Messico e fu assegnato al comando del 6º Reggimento di Cavalleria. Chiese un congedo illimitato, ma quando nel 1829 sbarcò nelle coste messicane la spedizione spagnola di Barradas nel tentativo di rioccupare la colonia perduta, Stavoli fu presente alle azioni militari quale aiutante del generale Antonio López di Santa Anna. Con due cannoniere cattura una imbarcazione …

Continue Reading

Villa Natalina – la villa per vacanze all’Isola d’Elba

Home

Graziosa villetta per 6/7 persone immersa nel verde, circondata da ulivi, cipressi e oleandri fioriti. E’ situata in zona tranquilla a soli 800 metri dalla bellissima spiaggia di Lacona, una delle più suggestive dell’isola e a pochi minuti dalle caratteristiche spiagge sabbiose di Laconella, del Felciaio e di Norsi, più piccole ma forse ancora più graziose.

La particolare ubicazione di “Villa Natalina”, offre stupende giornate al mare …( raggiungibile a piedi in soli 10 minuti), oppure rilassanti momenti da trascorrere nell ampia terrazza con scorcio sul mare, completamente immersi nella natura.

A ca 200 metri sono presenti un minimarket, un bar, un’edicola e servizio bancomat.

La casa disposta su un unico piano, è caratterizzata da arredamento semplice, ma funzionale; una cucina abitabile (con forno elettrico, frigo capiente con reparto congelatore, grande tavolo) che si affaccia su una piccola veranda dotata di tenda parasole e tavolo con sedie, dove potrete mangiare all’aria aperta. Dispone inoltre di un ampio salotto con divano (all’occorrenza letto matrimoniale), tv color e accesso ad una spaziosa terrazza con scorcio sul golfo di Lacona, dotata di comode sdraio, tavolo e tutto il necessario per rilassarsi al sole.

La zona notte si raggiunge tramite un piccolo corridoio che conduce a 2 camere da letto entrambe arredate con mobilio in stile moderno, una con letto matrimoniale e l’altra con due letti singoli (unibili all’occorrenza) ed una comoda e pratica poltrona letto. Il bagno è con box doccia e lavatrice. All’esterno garage coperto, ampio giardino e spazio praticabile.

Per una visione ottimale si consiglia una impostazione dello schermo di 800×600.

netservice-online © 2003 last modified on 18.06.03

This page started on 17.06.03…

Continue Reading