Costume e società

Il mondo dell’auto cambia – e lo fa di corsa. Ecco le ultime novità

NEW MOBILITY

Il mondo dell’auto è a diverse svolte epocali. Dalla guida autonoma a propulsori in grado di consumare sempre meno e di usare carburanti sempre più ecologici.
Da un rinnovato approccio alla sicurezza passando per l’elettronica e l’assistenza alla guida ad altissimo tasso tecnologico.

Tutto va sotto il nome di new mobility e continueremo a sentirne parlare sicuramente anche nei prossimi anni.

Un settore, quello dell’auto, che in molti hanno ingiustamente accusato di rimanere fermo e di vivere di rendite di posizione. La realtà che ci raccontano i listini però e i centri di ricerca dei migliori marchi è assolutamente opposta.

Margini ridotti all’osso e soprattutto nuove istanze come quelle ecologiche non possono che mettere un’enorme pressione addosso ai principali marchi. Che oggi devono trovare soluzioni in pochissimo tempo e che – nonostante quello che vanno raccontato i detrattori – ci stanno riuscendo.

Elettrico, plug in, metano: il futuro non è nella benzina

Una cosa di cui possiamo essere già certi, pur non avendo una sfera di cristallo, è che il mondo dell’auto dovrà per forza di cose abbandonare i propulsori a benzina e a diesel.

O meglio, più che parlare del futuro in questo caso stiamo parlando del presente, perché le versioni di modelli storici e molto apprezzati dal mercato che sono disponibili in versione elettrica o in versione plug in sono sempre di più.

Con la benzina e il diesel che nonostante la crisi COVID 19 continuano ad avere prezzi stratosferici questo non sarà sicuramente un problema neanche chi – forse un po’ stoltamente – non si interessa dei problemi legati all’ecologia e al futuro del pianeta.

Guida automatica o semi-automatica: per una maggiore sicurezza

Quello della guida automatica, di auto finalmente in grado di guidarsi da sole, non è il sogno fantascientifico di un gruppo di scrittori.

È una necessità principalmente di sicurezza, dato che le auto continuano ad essere responsabili di un numero di morti e di feriti ogni anno ancora troppo alto. Fidarci delle macchine intelligenti – cosa che è già possibile oggi – è l’unica strada che abbiamo per cercare di annullare questo terribile bollettino di guerra che si ripete, quotidianamente, nelle nostre città.

Si stanno facendo passi da gigante anche sotto questo specifico aspetto e oggi la guida automatica e indipendente sono una possibilità concreta e già disponibile sul mercato.

Innovazione trasversale: grazie alla collaborazione tra diversi settori

Le auto sono ad un crocevia importante: trasporto, energia, consumi. E i grandi marchi, quelli che vogliono davvero cambiare la storia dell’auto e della mobilità, non possono che guardarsi intorno alla ricerca di partner importanti, che possono aiutarli laddove i produttori di auto non possono arrivare.

E così nascono collaborazioni importanti tra grandi gruppi energetici – responsabili anche della diffusione delle colonnine di ricarica in tutta Europa – e i grandi gruppi dell’auto. Una collaborazione che aiuterà a superare i principali ostacoli verso la new mobility, una mobilità più equa, più sostenibile, più green e in grado di non far pagare il conto dei nostri spostamenti ad un pianeta che è purtroppo sempre più malandato.

Noi riteniamo che i produttori di auto stiano facendo la loro parte. E che meriterebbero il plauso e non il biasimo del pubblico.