Costume e società

Dubai: una città accessibile davvero a tutti

Dubai una città accessibile davvero a tutti

In molti, guardando le foto del Burj Khalifa, del Burj Al Arab e del Dubai Mall restano letteralmente estasiati. Questo, ha portato, negli ultimi 15 anni, milioni di persone a trasferirsi nella città emiratina, che infatti presenta una percentuale di abitanti stranieri pari circa all’80% della popolazione. Fondamentale però, quando ci si trasferisce nella Perla del Golfo Persico, è conoscere i costi relativi alla vita. Nonostante in molti associno a Dubai una vita dalle spese milionarie, in realtà, la città presenta soluzioni adatte a ogni ceto sociale.
Prima però di trasferirsi, le leggi locali obbligano ogni cittadino proveniente da un paese straniero non facente parte del Concilio di Cooperazione del Golfo, a richiedere un visto. I cittadini italiani, potranno quindi richiedere vari tipi di documenti in grado di favorire l’ingresso e lo stanziamento presso la città emiratina. Oltre al più comune visto lavorativo o turistico, l’ambasciata degli Emirati Arabi Uniti potrà fornire il Property Residence Visa e l’ Investor Visa. Necessario, per poter ottenere il visto, è firmare un contratto di lavoro con una società locale. Quest’ultima infatti, garantirà per la persona, agendo come sponsor e occupandosi di ogni questione burocratica.
In Italia, esistono diverse società in grado di offrire consulenza riguardo un eventuale trasferimento presso gli Emirati Arabi Uniti. Tra queste, la più importante è senza dubbio https://danielepescaraconsultancy.com. La società, tramite i suoi consulenti, sarà infatti capace di facilitare di gran lunga l’intero iter burocratico che porta al trasferimento nella città, occupandosi in prima persona di ogni singolo dettaglio.

Qual’è il costo reale di un appartamento a Dubai?

Pratica comune, quando si immagina Dubai, è pensare solamente a lussuosi grattacieli e alle ville extra lusso che ospitano star mondiali e sceicchi. In realtà, Dubai, è una città molto grande, che conta più di 3 milioni di abitanti. Proprio per questa ragione, esistono moltissime zone residenziali dove poter acquistare un immobile a prezzi tutto sommato contenuti. Una normale abitazione, può infatti costare intono ai 1500 euro per metro quadro, prezzo forse alto se si considera che un immobile dello stesso tipo, se affittato, presenta un costo che va dagli 800 ai 1400 euro al mese. Il prezzo può però addirittura raddoppiare nel caso la casa presentasse diverse camere da letto. Ovviamente, fare una stima precisa dei prezzi degli immobili della città non è possibile, in quanto questi variano da quartiere a quartiere e dipendono dal tipo di immobile e dai servizi che questo è in grado di offrire.
Nonostante sia ormai molto comune per molti italiani stabilire la propria residenza fiscale a Dubai, una volta questo non era consentito. La legge che infatti permette a qualsiasi cittadino straniero di acquistare e vendere immobili su su suolo emiratino risale solamente al 2002.

Quanto costa vivere?

Qualora si decidesse di andare a vivere a Dubai, è necessario sapere che per vivere in condizioni di agiatezza e tranquillità bastano circa 2000 euro al mese se di vive soli, 3500 euro al mese se si ha famiglia.
Fortunatamente, trovare lavoro a Dubai è molto semplice, in quanto moltissime aziende di ogni genere presentano nella città degli Emirati Arabi Uniti importanti sedi. Lo stipendio medio è adeguato al costo della vita, in quanto è di circa 2600 euro al mese.
Ci sono però alcune spese da affrontare. Innanzitutto, è necessaria l‘assicurazione sanitaria, perché la sanità è pubblica solamente per i cittadini locali. Bisognerà poi richiedere un permesso di guida internazionale, in quanto qualsiasi patente straniera non è riconosciuta dalle autorità. Nel caso invece si avessero uno o più figli, ci sono le spese relative all’istruzione. La maggior parte delle scuole sono infatti private e sono per lo più inglesi, francesi e tedesche, insegnare l’arabo è comunque obbligatorio.