Strumentazione di base e fresatrici per lavorare il legno

Strumentazione di base e fresatrici per lavorare il legno

Se hai deciso di iniziare a lavorare il legno, hai certamente bisogno di una cassetta degli attrezzi con tutto il necessario. Vediamo, dunque, a quali strumenti non puoi proprio rinunciare e quali sono le dotazioni più particolari. Nella seconda ed ultima parte ci soffermiamo, invece, su i primi passi che devi muovere quando inizi a lavorare il legno.

L’attrezzatura base per lavorare il legno

Nella tua cassetta degli attrezzi, non possono mancare i seguenti ferri del mestiere.

  • Metro a nastro: è uno strumento pratico, occupa poco spazio ed è indispensabile per prendere misure precise. Puoi optare per un metro a nastro da tre o cinque metri, ma personalmente ti suggeriamo di puntare sul secondo. Ricordati di munirti anche di un calibro per rilevare con estrema precisione gli spessori dei pannelli e le profondità dei fori
  • Matita da falegname: dotazione basilare per prendere appunti, annotare eventuali dimensioni e dar vita, su carta, a possibili progetti
  • Succhielli e punteroli: i primi consentono di praticare i cosiddetti fori con invito dove inserire successivamente minuterie. I punteruoli permettono, invece, di eseguire dei fori da utilizzarsi per l’inserimento di chiodi o per preparare il legno all’azione del trapano
  • Compasso da falegname: si tratta di uno strumento estramemente preciso per tracciare cerchi sul legno e disegnare forme. Dispone generalmente di un pennino o di una matita integrata e non può essere paragonato al compasso usato a scuola dai bambini

Completano le dotazioni, squadra, taglierino e martello. Ci sono, infine, altri utensili manuali molto utili come asce, scalpelli, trafori, seghe da banco e a nastro.

Altri attrezzi per lavorare il legno

Dopo esserti procurato l’attrezzatura base, devi dedicarti all’acquisto di strumenti dedicati alla lavorazione del legno. Non può, per esempio, mancare all’appello una fresatrice per legno. Il mercato propone diversi modelli di fresatrici, ma molte di esse sono macchine stazionarie di grandi dimensioni. Dunque, ti consigliamo di optare per modelli destinati ad un uso artigianale ed hobbistico come le frese verticali, orizzontali ed universali.

La fresatrice ti consente di fare molte cose come praticare fori, intagli, rilievi e scanalature. In fase di acquisto, devi inoltre scegliere gli accessori che possono esserti utili e, dunque, devi dare un’occhiata alle punte per fresatrice. Le frese per fresatrice verticale legno sono, per esempio, molto precise e solide perché realizzate, nella maggior parte dei casi, con particolari angoli di taglio. Impiegano, inoltre, metalli molto duri e queste le rende particolarmente robuste.

Come lavorare il legno

Dopo aver organizzato la tua cassetta degli attrezzi comprensiva di matite, compasso, calibro e punte per fresatrice, per esempio, verticale, non devi fare altro se non metterti all’opera. Per prima cosa, cerca di formarti anche dal punto di vista teorico approfondendo le tante proprietà del materiale che andrai a lavorare.

Ciascun tipo di legno ha, difatti, caratteristiche diverse e la risposta alla lavorazione non è, dunque, la stessa. Approfondisci, in modo particolare, le proprietà di betulla, ciliegio, ebano, mogano ed abete. In alternativa, puoi seguire qualche corso sul legno in presenza o online. Dopo avere acquisito tutte le nozioni che possono esserti utili, inizia a sporcarti le mani con il legno perché solo la pratica può fare di te un falegname top.