Costume e società

Coupé: impariamo a conoscerle

coupe

Il coupé è uno dei segmenti più iconici del mondo dell’auto – con un nome che richiama appunto il suo retro, tagliato. Coupé infatti viene dal francese couper, tagliare, per il più importante dei fattori design di questa categoria di auto.

Sono auto che esistono praticamente dalla notte dei tempi – con modelli iconici come la Cadillac Coupé de Ville del 1955 che ha segnato l’immaginario mondiale, anche grazie alla copiosa produzione cinematografica degli Stati Uniti.

Oggi i coupé, imbastarditi dall’applicazione del concept su una gamma particolarmente ampia, continuano però a circolare anche nella loro versione più pura, versione che continua a far sognare tanti, tantissimi automobilisti.

Sportiva, ma non troppo

È forse proprio questo il vero segreto delle coupé: linee sportive, sì, ma non troppo. Un concetto che è applicabile ad una gamma di design molto ampia e in grado di soddisfare una platea particolarmente folta.

Per questo continuano a sopravvivere, in un mercato delle auto che sembra pronto a chiudere con il passato, come d’altronde sta facendo con le berline, in calo costante ormai da diversi anni.

Con tutte le gamme di prezzo coperte, perché appunto il concetto di coupé, eterno e trasversale, oggi trova la sua applicazione anche su auto dagli allestimenti ridotti e dal prezzo decisamente economico.

La battaglia contro SUV e Crossover è persa, anche se…

La battaglia contro SUV e Crossover si può dare per persa, come d’altronde l’hanno persa praticamente tutti gli altri segmenti. I volumi importanti e la guida alta sembrano essere il vero zeitgeist degli ultimi anni e per questo motivo, per il coupé, combattere una guerra in questo momento vuol dire farlo con mezzi assolutamente impari.

Il che non vuol dire affatto che non esista ancora un foltissimo gruppo di appassionati di questo genere di auto, che continua ad amarle, a comprarle e a guidarle.

Il coupé di oggi può essere ancora assolutamente leggendario

Il coupé di oggi può essere comunque ancora leggendario e incarnare ancora una volta quello spirito che lo ha reso assolutamente famoso. Perché i coupé che troviamo oggi a listino dai migliori marchi hanno tanto, anzi tantissimo da dire.

Tecnologici, dalle linee molto moderne e soprattutto accattivanti, capaci ancora di incarnare quel sogno di ibrido tra sportivo e ammiraglia, soprattutto nei modelli di fascia alta e altissima.

Dopotutto è questo quello che si aspetta il grosso degli automobilisti quando viene ventilata la parola coupé, sebbene, come abbiamo detto poco sopra, il concetto sia diventato negli anni assolutamente trasversale e in grado di accomodarsi anche ai piani più bassi dell’universo dell’auto.

Sì, è ancora tempo per il coupé

La moda potrà anche viaggiare su altri binari, ma questo non è assolutamente un buon motivo per dimenticarsi appunto dell’esistenza di certi segmenti.

Segmenti che profumano di sogni, almeno per una determinata categoria di automobilisti. Segmenti che potranno ancora dire la loro finché le migliori case automobilistiche continueranno ad includerli nei loro listini.

Noi di motivi per mandare in pensione il coupé non ne vediamo: anzi, l’ammodernamento della categoria ha resto questo genere di auto sicuramente più apprezzabili, anche ad una platea di più giovani.