Spagna

a cura di Francesca Giomo

Spagna: una terra a metà strada tra l’Atlantico e il Mediterraneo, una terra che sembra quasi voler fuggire, si volge verso di noi, ma guardandola dall’alto, parrebbe attratta verso mondi più lontani. Terra che non può o non vuole essere ricondotta ad un’unità, punto di incontro e scontro di mille civiltà, trampolino di lancio verso l’infinito in epoche remote, la Spagna convive con la sua storia e la sua contemporaneità, con la sua antica gloria e la sua eclettica condizione attuale. I paesaggi naturali che l’attraversano sembrano essere stati seminati dai conquistatori che nel susseguirsi dei secoli l’hanno percorsa: celti, greci, fenici, musulmani. Dai paesaggi nordici della regione atlantica, con coste frastagliate e ricche praterie, si passa a infinite distese di sabbia rivolte verso il Mediterraneo. Caratteristica morfologica della Spagna è, anche, la presenza di vaste e solitarie lande che si contrappongono alle caotiche zone di urbanizzazione.

La “mimesis”, la trasformazione e la sorpresa sono le leggi che governano questa terra affascinante: intraprendere un viaggio in Spagna, cogliendola nella sua reale essenza, significa partire senza pregiudizi, pronti a scoprire atmosfere fuori dal tempo.

Il nostro viaggio potrebbe avere inizio con l’esplorazione delle tre regioni affacciate sul Mediterraneo: Aragona, Catalogna e Regione Valenciana. Differenti itinerari vi permetteranno di scegliere la sorte della vostra avventura. Per i sognatori sono consigliati percorsi che attraversano le regioni del Sud, la Murcia e l’Andalusia, con i loro paesaggi fiabeschi. Chi, invece, desidera esplorare la Spagna a grandi tappe un itinerario suggestivo potrebbe avere inizio da San Sebastian, per gli appassionati di mare e sport, nella provincia basca al confine con la Francia. Continuando lungo la costa meritano deviazioni Santillana del mar e Cabo Vidio, ma la meta agognata è Santiago De Compostela, antichissima città mistica.

Spostandoci verso il centro sono d’obbligo Salamanca e Segovia. Poco lontano vi attende Madrid, la grande e malinconica metropoli. Dalla caotica e stravagante dimensione della città, in un’ora appena ci si può immergere nell’area medievale di Toledo. Prima di avviarsi verso il vero e proprio Sud, una piccola deviazione a Nord-Est ci conduce verso la meravigliosa Cuenca. Da qui, attraversando La Mancha e i suoi mulini, si scende verso l’Andalusia. Siviglia, Cordoba e Granada, poco distanti l’una dall’altra, formano un trittico di incredibile bellezza.

Infine, l’immancabile Costa Brava vi aspetta, ma solo dopo avere respirato la “frizzante ” atmosfera di Barcellona.

Punti di riferimento: