Singapore

a cura di Roberta Marino

Un’esplosione di suoni e di colori, uno scintillio di luci e di sfumature cangianti, un delicato diffondersi di spezie e di aromi intensi. A Singapore la fantasia diventa realtà e l’atmosfera si confonde con il il sogno in un rapido susseguirsi di emozioni e sensazioni vibranti. Una piccola isola tropicale nel cuore della tradizione asiatica, lucida, impenetrabile, assolutamente unica che in un volo diretto dal passato cattura il presente con spregiudicata originalità. E mentre il mondo degli spiriti magici delinea faticosamente il proprio confine, la furia travolgente del progresso insidia il folclore con la sua ombra inquietante.

Un porto primo al mondo per il traffico di merci, un aeroporto pluridecorato, un centro commerciale e finanziario, una metropoli vivace che conta tre milioni di abitanti: il piccolo villaggio di pescatori ne ha fatta di strada, eppure il vecchio drago non ha ancora spento il suo fuoco denso di cultura e storia.

A rammentarvelo è un calendario fitto di appuntamenti, dove i festival si affiancano alle manifestazioni in una rassegna interminabile. Tra le feste folcloristiche più importanti è ormai un’istituzione il Festival degli spiriti affamati, l’evento che da agosto a settembre affollerà le strade del quartiere di Chinatown in omaggio alle anime trapassate. Sempre “in odor” di gastronomia anche un’altra manifestazione, il Singapore Food Festival, dal 1 al 31 luglio, dove numerosi appuntamenti accompagneranno la tradizione gastromica locale oltre i confini dell’Asia.

Per la comunità cinese degne di rilievo sono anche altre tre celebrazioni che attestano una volta di più il valore intrinseco dello spirito religioso: sono il Festival delle Torte di Luna, nei mesi di settembre e ottobre, che si accompagna splendidamente al Compleanno del Dio Scimmia a settembre e al Festival dei Nove Dei Imperatori ad ottobre, quest’ultimo dominato da un’appasionante sfida al dolore in onore della divinità.

Prove e sacrifici anche nelle cerimonie indù come il Thimithi Festival di ottobre dove arditi penitenti sfidano scalzi il fuoco che, al contario, illuminerà di gioia e di colore il tradizionale Deepavali, il Festival delle Luci che si terrà a Singapore dal 26 settembre al 25 ottobre.

Ma oltre alle festività religiose, emblema del folclore locale, gli ultimi mesi dell’anno saranno anche ricchi di eventi culturali e turistici. Per i collezionisti e gli amanti dell’arte sono due gli appuntamenti essenziali. Si inizia con il Festival of Arts, straordinaria rassegna artistica a carattere biennale che, dal 3 al 28 giugno, offrirà spettacoli di musica, recitazione e danza in numerosi teatri della città, per proseguire, dal 30 settembre al 4 ottobre con la Christie’s Singapore Auction, esclusiva panoramica sul mondo del “prezioso”, ospitata dall’Hyatt Regency di Singapore.

Chi desidera, invece, portare a casa un po’ di quello stile e quell’eleganza ormai caratteristici della Singapore moderna e mondana, non potrà sottrarsi al The Great Singapore Sale, una vera festa per lo shopping e la curiosità, dal 19 giugno al 26 luglio, all’insegna del risparmio.

E per finire gli appuntamenti sportivi: dal Singapore World Invitation Dragon Boat Races ’98 (30-31 maggio), la competizione che trae origine da un’antica leggenda cinese, al Gran Premio Singapore, apertosi con la finale nazionale italiana di maggio e che si concluderà a Singapore e Bintan per la finalissima dal 21 al 24 giugno e, infine, la biennale sfida della Singapore International Marathon ’98, il 6 dicembre.

Singapore – Festivals and Events 1998 potrà essere richiesto gratuitamente contattando l’Ente Nazionale per il Turismo di Singapore c/o TT&A – Theodore Trancu & Associates – tel. 02/70.00.39.81 – fax: 02/73.81.032.