Piste Ciclabili

Ventidue progetti per piste ciclabili

Riceveranno contributi per circa la metà su un costo di 8 miliardi e 600 milioni

PISA. Ventidue interventi dichiarati, complessivamente finanziabili, due dei quali con effetto immediato ed altri cinque a breve scadenza; contributi per poco meno della metà su un costo totale di 8 miliardi e 600 milioni circa. Questo il bilancio, evidentemente positivo, per gli enti locali della Provincia di Pisa dopo la pubblicazione, da parte della Regione toscana, della graduatoria relativa ai progetti per percorsi ciclabili che sono stati ammessi ai contributi statali (fino al 50% per ciascun intervento) attivati dalla legge 366/98.

´Questo risultato – dichiara l’assessore provinciale all’ambiente Terenzio Longobardi – è per noi motivo di grande soddisfazione. Costituisce infatti la premessa che ci consentirà di sviluppare ulteriormente la rete provinciale di percorsi ciclabili la cui costituzione è iniziata qualche anno fa con la realizzazione promossa dalla Provincia di Pisa, del sistema di piste cicloturistiche da San Miniato al mare, lungo gli argini dell’Arno e del Serchio”.

La classifica regionale di finanziamento comprende 138 progetti di tracciati per la mobilità ciclabile (presentati dai comuni, Province e comunità montane toscane), disposti in ordine di priorità; i primi sei possono beneficiare da subito delle agevolazioni previste. Fra essi, appunto, risultano inserite due tratte di pista localizzate nella città di Pisa (dalla Cittadella a Porta a Mare e da qui a lungarno Guadalongo) che fanno parte dell’accordo di programma promosso dalla Provincia di Pisa e sottoscritto nel giugno dell’anno scorso insieme ai Comuni di Pisa, Vecchiano e San Giuliano. Questa intesa, lo ricordiamo, prevede altre cinque tratte di pista nel territorio comunale di Pisa, un percorso nel comune di San Giuliano (di raccordo con il tracciato ciclabile nella tenuta di San Rossore e con i percorsi naturalistici sulla riva sinistra del Serchio) la connessione con la pista ciclabile di Vecchiano sulla riva destra del Serchio in direzione del mare. Tutte queste opere, presenti nell’accordo di programma sono state inserite nella graduatoria per il finanziamento; accanto ad esse, poi, la Regione ha approvato altri progetti presentati autonomamente da vari comuni pisani: Castelfranco, Calci, Cascina, Calcinaia, Santa Maria a Monte, Ponsacco, Peccioli, Chianni e Palaia. In tempi rapidi potrebbe arrivare il via libera per il finanziamento dei progetti in elenco fino alla trentesima posizione: quindi, per quanto riguarda il nostro teritorio provinciale, uno a Castelfranco (in via De Gasperi), uno a Ponsacco (alle Melorie) ed altre tre tratte nel comune di Pisa: via del Brennero-via Contessa Matilde, lungarno Cosimo I, e Contessa Matilde-I Passi.

Infine, altri progetti in graduatoria potranno essere finanziati grazie all’inserimento da parte del governo di finanziamenti specifici per la mobilità ciclabile nella finanziaria 2001.