Monaco

Monaco, il capoluogo della Baviera, sorse nel 1158, quando il duca Enrico il Leone decise di edificare un ponte sul fiume Isar. Oggi conta più di un milione di abitanti ed è una delle città più importanti della Germania: è la sede dei mezzi di informazione, della moda, dell’industria elettronica, la città che, dopo New York, ospita il maggior numero di case editrici.

Tante sono le cose da vedere a Monaco: il punto centrale della città è considerata la Colonna Mariana in Marienplatz, eretta per volere di Massimiliano I° per festeggiare l’uscita incolume della città dalla guerra dei trent’anni. Di particolare attrattiva è il famoso carillon della torre.

La seconda tappa del nostro percorso ideale lungo le strade di Monaco è il Duomo di Nostra Signora, di epoca tardo gotica, che ospita al suo interno la tomba dell’imperatore Ludovico. Continuando il nostro giro ci attende la Chiesa di San Pietro, la “Alter Peter”, la più vecchia del centro; qui hanno abitato i monaci ai quali va fatta risalire il nome della città, “Munichen”. Vicino alla chiesa si trova il famoso mercato ortofrutticolo, un’oasi di verde in cui verrete accolti da un albero della cuccagna, da una “birreria-giardino” e dai profumi della rosa e della lavanda. Meritevole di visita è anche il Museo Civico, che ospita al suo interno i famosi danzatori moreschi di Erasmus Grasser e numerosi documenti della storia cittadina.

La Monaco mondana è rappresentata dalla Maximilianstrasse, una delle vie più signorili d’Europa: è la prima strada verde del Vecchio Continente e accoglie l’unico teatro in stile liberty rimasto conservato in Germania, il “Kammerspiele”, uno tra i più importanti palcoscenici di lingua tedesca. Per restare nel campo della birra, andate a visitare la “Hofbräuhaus”, fatta costruire nel 1589 ed oggi locale fra i più noti, visitata da George Bush, Berstein, e dall’imperatrice Sissi.

La città storica offre davvero tanto da vedere: cominciamo con la Vecchia Corte, la prima residenza imperiale fissa d’Europa, in cui risiedette l’imperatore Ludovico il Bavaro nel 1300. La Residenza, un tempo considerata l’ottava meraviglia del mondo, venne ammirata da Goethe, Mozart, Napoleone e da molti altri regnanti che qui vennero incoronati; di particolare bellezza lo scalone imperiale, sfarzoso vano in stile rinascimentale, l’Antiquarium. Nelle vicinanze della città di Monaco sorge Nymphenburg, imponente castello barocco, residenza estiva dei Wittelsbach, nota casa regnante bavarese alla quale apparteneva Ludovico II°, il tormentato sovrano morto suicida nelle acque di un lago. All’interno del castello assolutamente da vedere sono la sala di Pietra, la Gallerie delle Bellezze di Re Luigi I°, le creazioni della Manifattura di porcellana di Nymphenburg. Il parco della residenza accoglie numerosi castelletti, fra i quali “Amalienburg”, fatto costruire dall’imperatore Carlo VII° per la moglie Amalia, e il “Badenburg”, prima piscina coperta in stile antico d’Europa.

A chi ama l’arte Monaco offre una raccolta assolutamente superba di opere: l’Alte Pinakotecke. Fra i più importanti quadri presenti all’interno delle sale vi sono i “Quattro apostoli” e l’ “Autoritratto”, entrambi di Dürer; il “Paesaggio danubiano” di Altdorfer e numerosi quadri di Murillo, El Greco, Rubens, da Vinci, Raffaello, Tiziano.

Monaco si gira molto bene con i mezzi pubblici: la S-Bahn (ferrovia suburbana), la U-Bahn (metropolitana), le linee tranviarie e di autobus vi portano praticamente ovunque. I biglietti si possono acquistare presso le biglietterie automatiche blu con il segno K bianco-verde, scegliendo fra il biglietto a corsa unica o quello a strisce per più corse, strisce che dovranno essere annullate man mano che si effettuano le corse. E’ anche possibile acquistare il biglietto valido per un’intera giornata presso l’Ente per il Turismo della Città di Monaco di Baviera, D-80313 Monaco, tel. 089/2330300, fax 089/23330233.

Ecco le migliori vie per raggiungere il campo dell’Oktoberfest: metropolitana U3 e U6 Götheplatz e Poccistrasse, U5 Theresienwiese; ferrovia suburbana S1-S7 HackerbrÜcke, tram 19 e 29 Hermann-Lingg-Strasse; Autobus 31 Messegelände-Süd, 32 Messeplatz, 58 Georg-Hirth-Platz. Sconsigliamo vivamente l’uso dell’automobile!